vitamina D

La Vitamina D

La vitamina D è nota per il suo ruolo nel supporto a osteoporosi e osteopenia. Spesso non si considera che osteoporosi e osteopenia possono essere determinate da condizioni pregresse come sarcopenia e infiammazione. In condizioni simili l’integrazione di vitamina D sia come farmaco sia da “integratore” “naturale” possono non essere sufficienti a determinare un beneficio o alla risoluzione di disagi metabolici.

La spiegazione risiede nel processo per cui la vitamina D diventa biologicamente attiva

vitamina D

Con la dieta assumiamo ergocalciferolo, forma inattiva contenuta negli alimenti. L’accumulo avviene nel grasso sotto forma di 7-deidrocolesterolo. L’esposizione solare della pelle apporta una prima trasformazione in vitamina D3 ancora inattiva. È trasportata al fegato, il quale si occupa della seconda trasformazione in 25-OH Vitamina D che è la forma che si trova maggiormente circolante nel circolo sanguigno. Questa forma per diventare attiva subisce una trasformazione in 1,25-OH Vitamina D o CALCITRIOLO, forma attiva.

La sua attività è strettamente correlata al tessuto in cui si trova

Effetti molteplici della vitamina D biologicamente attiva. Gli effetti sono molteplici e in ogni tessuto, organo, sistema del nostro corpo.

Tutti gli effetti dipendono dall’attivazione della vitamina D ingerita con la dieta. Per poter essere attivata, quindi, NON È SUFFICIENTE INGERIRLA CON IL CIBO, CON IL FARMACO O CON UN INTEGRATORE MA! PELLE, INTESTINO, FEGATO, RENI E OGNI CELLULA INTERESSATA DEVE ESSERE EFFICIENTE PER POTERLA UTILIZZARE!!!

No Comments

Post A Comment